La mia manicure

nailcareroutine

Appena ho un po’ di tempo libero mi piace dedicarmi alla cura delle mie mani e delle mie unghie. Sono certa che un paio di mani ben curate siano sempre un ottimo biglietto da visita. Ovviamente non sono né un’onicotecnica, né un’esperta di manicure ma ormai ho creato la mia routine personale leggendo informazioni qua e là sul web e volevo condividerla qui. Come sempre suggerimenti e nuovi trucchi sono sempre ben accetti!

step1

  • Durante il primo step mi occupo ovviamente di rimuovere i resti del vecchio smalto con un solvente per unghie ed un dischetto di cotone. Da tempo sto usando questo nella foto di Essence, ormai quasi terminato. Dovrebbe anche avere la funzione di rinforzare le unghie e sono sicura di non averlo pagato più di 2/3€. Svolge bene il suo lavoro ma devo dire che io non sopporto l’odore di qualsiasi solvente per unghie, questo compreso.

step2

  • Nel secondo step passo a tagliare e/o limare le unghie. Mi trovo bene con la lima in vetro (quella della foto viene da Praga) ed effettuo sempre un movimento da destra verso il centro e dal centro verso sinistra, per dare una forma ovale alle mie unghie. Non ho quasi mai unghie molto lunghe perciò uso raramente il forbicino per accorciarle. Utilizzo poi una particolare lima da passare direttamente sull’unghia per lisciare e poi lucidare la superficie. Infine applico un po’ di olio per cuticole per prepararle e ammorbidirle. Il tubetto che vedete nella foto è di Vea Nails, l’ho acquistato in farmacia per 10€ circa e contiene vitamina E pura al 100%. La sua funzione è quella di nutrire e idratare l’unghia e la pelle attorno. Lo uso spesso, non soltanto durante la mia manicure casalinga, dato che le pellicine sono un mio grande incubo.

step3

  • Dopo aver atteso qualche minuto per far assorbire l’olio per le cuticole passo al terzo step, il passaggio forse più rilassante: l’ammollo. Immergo infatti le mani in una bacinella di acqua tiepida a cui aggiungo un paio di cucchiai di olio di oliva. La sensazione è quella di avere delle mani unte e bisunte ma vi posso assicurare che proprio grazie all’olio la pelle delle mani rimarrà super mega liscia e morbida. In alternativa all’olio si può utilizzare del succo di limone, che aiuta anche a sbiancare le unghie. Questa fase dura circa quindici minuti.

step4

  • Terminato l’ammollo e asciugate le mani proseguo con il quarto step. Le pellicine si saranno ormai ammorbidite e potranno essere lavorate con più facilità. È sempre bene ricordare di non tagliare le cuticole o ricresceranno ancora più forti. Spesso però quando sono troppo evidenti e comunque situate in zone più esterne rispetto al perimetro dell’unghia le rimuovo attentamente con il tagliaunghie. In ogni caso con l’apposito bastoncino cerco di spingere in dentro le cuticole sui bordi dell’unghia, in modo che la superficie risulti più estesa.

step5

  • Termino la fase di cura con il quinto step, ovvero stendendo un velo di crema per le mani. In questa foto vi mostro la mia più recente: la crema mani di Sante al Goji e alle Olive acquistata da Bio Balù (qui il post degli acquisti). Il prezzo è di 2.58€ per 30ml. Non durerà certo molto a lungo ma la trovo comoda da portare in borsa o anche da mettere nel bagaglio a mano. Il profumo devo ammettere che non mi ha conquistata, lo trovo un po’ aspro. Tuttavia non unge, si assorbe rapidamente e lascia le mani davvero idratate. Perciò ha tutte le caratteristiche che cerco in una crema mani e per questo viene promossa con un 8 pieno. Di seguito vi lascio anche il suo inci: aqua (water), alcohol denat.*, cocos nucifera (coconut) oil*, butyrospermum parkii (shea butter)*, palmitic acid, stearic acid, olea europaea (olive) fruit oil*, isoamyl laurate, cetearyl alcohol, cetearyl glucoside, camellia oleifera seed oil*, xanthan gum, sodium pca, betaine, lycium barbarum fruit extract*, glycerin, sodium lactate, tocopherol, helianthus annuus (sunflower) seed oil*, lactic acid, parfum (essential oils), limonene, citral, geraniol, linalool.
    * da agricoltura biologica

step6

  • Sesto e ultimo step: lo smalto. Prima di tutto applico sempre una base per proteggere l’unghia. Questa volta ho utilizzato la base ultra levigante di Pupa acquistata da IperSoap per 6.10€ (se non ricordo male). È un trattamento arricchito da minerali e non contiene parabeni, lo scopo è quello di uniformare l’unghia e minimizzare le irregolarità. La tonalità è bianca, ma una volte stesa si confonde con il naturale colorito dell’unghia e non va ad intaccare lo smalto che applicheremo successivamente. Ho poi scelto di stendere lo smalto numero 156 Peony Rose, sempre di Pupa, parte della linea Lasting Color Gel effetto vetro. Anche questo acquistato da IperSoap per 4.50€ (se non erro, scusate ma devo ancora imparare a segnarmi i prezzi di tutti i prodotti che acquisto!). Come avrete notato se avete letto i miei post sui preferiti del mese (se non li avete letti li trovate qui e qui) mi piacciono molto gli smalti di Pupa. Trovo che si asciughino rapidamente, durano a lungo e hanno un ottimo finish.

manicureresult

Questo è il risultato finale! In realtà il colore dello smalto è molto più accesso e ancora più in stile Barbie rispetto a quanto si nota dalla foto (potete vederlo sul sito di Pupa qui). Anche a voi piace rilassarvi dedicandovi alla manicure fai da te? 😉

Annunci

8 thoughts on “La mia manicure

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...