Top & Flop: Qualikos BioQ

fontcandy

Oggi torno a parlarvi un po’ più approfonditamente di due prodotti della linea BioQ di Qualikos, che vi avevo già presentato poche settimane fa in questo post. Ecco, dopo averli usati e quindi testati un po’ più a lungo mi sono fatta un’idea più precisa ma purtroppo l’esperienza non è stata positiva con entrambi, sono rimasta infatti particolarmente delusa da un prodotto.

fitolatte

Top: Fitolatte detergente al ginseng e alla rosa mosqueta 5.20€ per 200ml (io l’ho acquistato scontato a 4.16€)

Ingredienti: Aqua, Ethylhexyl stearate, Glycerin, Prunus amygdalus dulcis oil, Glyceryl stearate, Cetearyl alcohol, Stearic acid, Sodium lauroyl glutamate, Rosa moschata seed oil, Panax ginseng root extract, Centaurea cyanus flower extract, Glucose, Sorbitol, Sodium glutamate, Urea, Sodium PCA, Glycine, Hydrolyzed wheat protein, Panthenol, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Lecithin, Xanthan gum, Parfum, Lactic acid, Citric acid, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Benzyl alcohol, Citronellol, Alpha isomethyl ionone, Geraniol, Hydroxycitronellal, Isoeugenol, Linalool.

Solitamente per struccarmi alla sera amo utilizzare l’acqua micellare (adoro soprattutto quella di Avril, di cui vi ho già parlato qui) ma da quando ho acquistato questo nuovo latte detergente l’ho usato praticamente sempre. Il profumo di rosa è fresco, delicato, naturale e rimane a lungo sulla pelle. Rimuove il trucco e le impurità del viso che si hanno a fine giornata in maniera delicata ma efficace, con un solo dischetto di cotone riesco infatti a rimuovere il tutto. Ammetto che però non mi piace usarlo sugli occhi per struccare il mascara waterproof, essendo infatti un prodotto piuttosto delicato fa più fatica a rimuovere un trucco resistente all’acqua e in questo caso dovrei sfregare il dischetto più volte sulla pelle degli occhi, che essendo molto sensibile tende ad irritarsi un po’. Quindi preferisco usare prima il mio solito struccante occhi bifasico, specifico per un make up waterproof, per poi passare al fitolatte e passarlo su tutto il resto del viso. Ovviamente promuovo senza dubbi questo latte ed il mio voto è 7.

fitoshampoobioq

Flop: Fitoshampoo disciplinante per lavaggi frequenti all’avocado 5.90€ per 200ml (io l’ho acquistato scontato per 4.72€)

Ingredienti: Aqua, Disodium cocoamphodiacetate, Glycerin, Sodium myristoyl glutamate, Sodium lauroyl glutamate, Sodium myristoyl sarcosinate, Dicaprylyl ether, Decyl glucoside, Glyceryl oleate, Triticum vulgare germ oil, Chamomilla recutita flower extract, Aloe barbadensis leaf extract, Parfum, Xanthan gum, Lactic acid, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Benzyl alcohol, Limonene, Linalool.

Partiamo subito dicendo che avevo grandi aspettative per questo shampoo, come vi avevo già anticipato ha un profumo delizioso e i suoi principi attivi, tra cui l’olio di avocado, l’estratto di camomilla e di aloe, mi ispiravano un’enorme fiducia. Ecco, diciamo che le mie aspettative sono state decisamente deluse. Il prodotto promette di conferire morbidezza ed elasticità al capello e dovrebbe inoltre avere proprietà ristrutturanti e nutritive ma non è stato l’effetto che ha avuto su di me.

Premetto che l’ho usato solamente tre o quattro volte, forse per scrivere una recensione sono troppo poche ma giuro che in queste occasioni il risultato è stato così disastroso che non ho il coraggio di metterlo ancora alla prova. Aggiungo anche il fatto che ho i capelli molto folti e abbastanza lunghi, secchi sulle punte ma più grassi sulla cute. Dopo il risultato scadente del primo utilizzo ho provato a fare un solo lavaggio invece che i soliti due, ho diluito lo shampoo e sono stata attenta a risciacquarlo totalmente ma il risultato è solo peggiorato. I miei capelli sono sempre risultati pesanti, spenti ma soprattutto la radice è apparsa unta e bisunta, sembrava non mi lavassi i capelli da settimane quando invece erano trascorse al massimo tre ore dall’ultimo lavaggio. Sono praticamente passata dal lavare i capelli un paio di volte alla settimana all’essere costretta a lavarli tutti i giorni.

La mia travagliata relazione con il fitoshampoo è quindi finita molto presto, ho infatti gettato la spugna, l’ho riposto nel mobiletto del bagno e l’ho sostituito con uno shampoo a caso di mia mamma. Addirittura pochi giorni dopo sono andata dal parrucchiere a tagliare un po’ i capelli (proprio io che ho una vera fobia). Devo dire che fortunatamente in questo modo la situazione si è ristabilita.

Non ho idea di cosa esattamente non abbia funzionato, forse la formulazione di questo shampoo non è semplicemente adatta a me e ai miei capelli e sono certa che per qualcun’altra di voi potrebbe essere un prodotto straordinario. Ma ahimè se devo riferirmi alla mia esperienza il mio voto non può che essere 4.

 

Annunci

5 thoughts on “Top & Flop: Qualikos BioQ

  1. Macaronssssss ma quanto li amo non puoi immaginare!!!e sono un delizioso accostamento ai colori dei prodotti 😉
    Non mi sono ancora convertita al latte detergente, non ne ho trovato uno soddisfacente o ovviamente questo di biolab da me non esiste ettepareva!!!😭

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...